CULTURA

Badia Benedettina di Santa Maria della Neve

Sulla riva del torrente Parma, sorge la deliziosa badia che nel 1471.Il Visitatore che bussa al portone viene accolto dai monaci che ancora oggi vi dimorano e dall’inaspettata ricchezza artistica del luogo: il complesso monastico, dalle originali linee quattrocentesche.

A portata di sguardo del maniero di Torrechiara, sulla riva del torrente Parma, sorge la deliziosa badia che nel 1471 il conte Pier Maria Rossi fece costruire per il figlio naturale Ugolino, già abate di San Giovanni Evangelista a Parma.

Il Visitatore che bussa al portone viene accolto dai monaci che ancora oggi vi dimorano e dall’inaspettata ricchezza artistica del luogo: il complesso monastico, dalle originali linee quattrocentesche, ingloba anche un’antica chiesa romanica e si sviluppa attorno ad un pregevole chiostro di sapore rinascimentale, che presenta interessanti analogie con il cortile del castello.

Sotto il porticato del chiostro si conserva l’antica campana con dedica di Pier Maria Rossi e la bella formella quattrocentesca in cotto con la “Flagellazione” che riproduce il gruppo marmoreo dell’Amadeo nel Duomo di Cremona.

Nella chiesa si può ammirare lo splendido affresco della “Madonna col Bambino” di Jacopo Loschi della fine del ‘400.

Ma il più gradevole tra i gioielli del monastero è l’incantevole Belvedere settecentesco proteso sulle silenti rive del torrente Parma: dalla raffinata ringhiera in ferro battuto, sotto gioiosi volti di puttini affrescati, che sembrano soffiare fresca brezza sull’alveo del torrente, si scorgono gli orti e i vigneti curati dai frati e lo sguardo si distende sullo scenario rasserenante della vallata, incorniciata dai dolci declivi collinari.

La badia svolge attività di ospitalità e possiede un prezioso laboratorio apistico per la produzione e vendita di prodotti di cosmesi ed erboristeria, elaborate dalle antiche ricette della Farmacia Storica di S. Giovanni Evangelista di Parma.

DOVE:

Via Badia, 28 – Torrechiara

COME:

I monaci ricevono singoli e gruppi di visitatori, pellegrini e meditazione; si consiglia di preannunciare la visita.

QUANDO:

Tutti i giorni tranne il giovedì e la domenica mattina (ore 10.00) per funzioni religiose.
Accoglienza dalle 9.30 alle 12.00 e dalle 16 alle 17, compatibilmente con i momenti di preghiera.

CONTATTI:

Tel. 1: 0521.355133     Tel. 2: 0521.355911


CULTURA

Museo Del Risorgimento Faustino Tanara

Ricca corrispondenza tra il colonnello e i principali protagonisti del movimento risorgimentale italiano, Garibaldi e Mazzini in primis.

La magnifica Galleria d’accesso del Centro Culturale di Langhirano accoglie oggi il Visitatore con la preziosa collezione del MUSEO DEL RISORGIMENTO FAUSTINO TANARA, dedicato al valente patriota e colonnello garibaldino langhiranese.
Il fondo Tanara conserva cimeli risorgimentali, documenti e lettere legati alla figura di Faustino Tanara, all’appassionata tradizione repubblicana locale e alla Fratellanza Artigiana Langhiranese fondata da Tanara e presieduta da Giuseppe Garibaldi.

Il corpus principale della raccolta è costituito dalla ricca corrispondenza tra il colonnello e i principali protagonisti del movimento risorgimentale italiano, Garibaldi e Mazzini in primis, insieme ad un fitto scambio epistolare tra il combattente Faustino e la moglie, di grande suggestione e insieme di notevole interesse storico-documentale.

DOVE:

Centro Culturale di Langhirano, via Battisti 20

QUANDO:

Apertura dal Lunedì al Venerdì (esclusi i festivi)
dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18

COME:

Ingresso libero e gratuito. Consigliata la prenotazione per gruppi numerosi e scolaresche

SITOWEB

INFO e PRENOTAZIONI